Chi sono

Filippo Drudi, fotografo editoriale e fine art a Rimini, Forlì-Cesena, Emilia-Romagna.

Per molto tempo nella mia vita c'è stata soltanto la musica. I calli sulle dita da quando ho cominciato a suonare la chitarra, matite e pezzi di carta pronti per appuntare un'idea o una melodia negli anni del conservatorio. Scrivere la mia musica era l'aspirazione più alta che potessi avere.

Potrebbe sembrare strano ma con la macchina fotografica faccio le stesse cose — il mezzo è diverso, ma il lavoro di un artista in fondo non cambia. Lo si scopre esplorando, o lo si assorbe dai grandi maestri mentre cercano di insegnarti a padroneggiare la tecnica. In conservatorio per me è stato così.

Poi la mia strada ha preso una direzione che non avevo previsto, e lo stesso bisogno, la stessa ossessione, hanno trovato corpo e forma in un'arte diversa. Nella fotografia sono riuscito a coniugare fisicità e sforzo creativo, insieme al continuo confronto con i limiti, in uno stile di vita che mi rispecchia.

Energia ed eleganza, per me la fotografia è questo. Energia è ciò che dà vita e significato a un'immagine: è in qualcosa che sta succedendo, oppure nella luce, nel colore, in una forma particolare, in un gesto. Eleganza invece è presentare in maniera semplice e ingegnosa qualcosa di complesso, e magari sorprendere rendendo straordinario l'ordinario.

Le scelte che ho fatto mi hanno permesso di formarmi con alcuni dei fotografi internazionali che stimo di più, e di esplorare vari settori, da quelli a me più vicini come la musica e il teatro, ad altri come l'immobiliare e l'editoria, maturando il mio sguardo e sviluppando parallelamente progetti personali che sono stati esposti in festival del settore.

Quand'ero un giovane studente sul punto di iniziare la prima composizione originale, una persona molto saggia mi ha dato un consiglio che mi porto sempre dietro: “Scrivi solo quello che senti veramente”.

Mi chiamo Filippo Drudi, sono un fotografo e un artista. Su questo sito troverai una selezione dei miei lavori. Ce ne saranno ancora molti altri in futuro, qualcuno di questi magari lo realizzeremo insieme.